Offerta iniziale di moneta (ICO) – Un nuovo modo di finanziamento aziendale

La sera del 31.08. si è svolto a Berlino un incontro sul tema “Initial Coin Offering (ICO) – A New Way of Corporate Financing” – BTC-ECHO era presente.

Astratum, che in precedenza aveva organizzato un Meetup, aveva organizzato un Meetup con il supporto dell’Innovation Forum Blockchain Blockchain e del Blockchain-Bundesverband, che ha esaminato il quadro normativo delle ICO. L’evento è stato aperto da Sven Laepple, che per primo ha dato una introduzione di base al tema della serata.

Così ha spiegato la funzione di un gettone di Bitcoin evolution

Oltre al mantenimento del valore e alle opzioni di investimento, una percentuale crescente di valute criptate, in particolare i gettoni basati su Bitcoin evolution, Ethereum, svolgono principalmente la funzione di mezzo di pagamento all’interno di una piattaforma, per così dire come combustibile di un progetto: https://www.onlinebetrug.net/it/bitcoin-evolution/ Un ICO serve quindi anche per la raccolta di fondi delle società emittenti, che possono finanziare il suo progetto a catena di blocco con i relativi proventi. Inoltre, è caratteristico di un ICO rivolgersi a potenziali investitori che sono già utenti cripto, in quanto hanno esperienza nel mercato della crittografia. È opportuno che il nuovo gettone sia solitamente offerto in cambio di altri gettoni classici (Bitcoin, Ether) come parte di un ICO. Sven anche menzionato la difficoltà delle masse di entrare facilmente nel business crypto. Immaginate quanto aumenterebbe la capitalizzazione di mercato della crittografia se questi ostacoli dovessero diminuire.

Anche la prima conferenza della serata di Nikita Fuchs dal titolo “Portare le masse all’ICO” è stata dedicata a questa domanda. Ha presentato brevemente e concisamente i problemi per i potenziali nuovi investitori (forti oscillazioni dei prezzi, disponibilità, stoccaggio) e soprattutto si è occupato di una barriera all’ingresso: La registrazione in uno scambio in conformità alle norme KYC e antiriciclaggio è un incredibile deterrente per molti. Poiché l’anonimato non esiste più attraverso questi regolamenti, Nikita ha incoraggiato lo sviluppo di sistemi che consentono e semplificano l’acquisto di valute criptate direttamente con carta di credito.

La conferenza successiva ha affrontato il tema “Finanziamento di rischio in un mondo decentrato”

L’oratore era Alexander Lange di Early Bird Capital. Ha parlato per la prima volta degli svantaggi del finanziamento tradizionale del rischio e delle difficoltà incontrate dai fondatori. Questi includono il tempo trascorso, l’accesso ai finanziamenti e il rischio di investimenti sbagliati. Inoltre, i donatori tendono a concentrarsi sul potenziale a breve termine del progetto, motivo per cui anche una buona idea con un concetto rigoroso non porta automaticamente ad una fondazione di successo. Questo tipo di investimento, invece, tenderebbe a promuovere la formazione di monopoli e si tradurrebbe in un’immensa concentrazione di potere tra gli investitori nelle aziende popolari (Facebook, Google).

D’altra parte, le valute cripto, che hanno i vantaggi di un’elevata liquidità e l’accessibilità universale rispetto ai prodotti finanziari tradizionali, sono in aumento. Inoltre, molti di loro, sotto forma di contratti intelligenti, sono soggetti alla loro stessa certezza giuridica, indipendentemente dalle sentenze. Tuttavia, l’oratore vede problemi nella capitalizzazione troppo rapida nel quadro di un ICO e nella regolamentazione incoerente.

Il classico modello di capitale di rischio è obsoleto a causa dell’emergere di valute criptate? Gli sviluppi più recenti mostrano piuttosto l’emergere di una struttura ibrida in cui gli investitori tradizionali e istituzionalizzati sono attivi anche sul mercato della crittografia e i gettoni sono disponibili al contrario non solo attraverso l’estrazione mineraria e le borse della crittografia, ma anche in fondi o attraverso gli operatori tradizionali del mercato finanziario.

La situazione giuridica dei gettoni in Germania è stata discussa in una conferenza di Arnab Naskar e della dottoressa Nina-Luisa Siedler dal titolo “Self Regulation and German Legal Perspective”. I docenti sono stati assorbiti in modo molto dettagliato nelle materie di competenza giurisdizionale. Le dimensioni giuridiche da considerare in relazione alle valute criptate comprendono la sicurezza, la protezione dei dati, la vigilanza finanziaria e la protezione dei consumatori. Un’esatta classificazione legale delle valute criptate diventa problematica: Per definizione, essi non sono collegati da banche centrali o valute fiat, ma sono accettati da utenti e commercianti come mezzo di pagamento e conservazione del valore.