Category Archives: periodo di speculazione

Nei social media e in altri mezzi di informazione

Il seguente articolo è una sintesi dell’elaborazione di CryptoTax sull’estensione del periodo di speculazione per i cryptoassets. È stato scritto da Klaus Himmer, CEO e co-fondatore di CryptoTax. Ulteriori informazioni su questo argomento sono disponibili all’indirizzo www.cryptotax.io.

Estensione del periodo di speculazione per le valute cripto a 10 anni?

Nei social media e in altri mezzi di informazione, di recente si è discusso sempre più spesso se il periodo di detenzione per la generazione di reddito attraverso l’uso di Bitcoin, etere o altre valute cripto dovrebbe essere esteso da un anno a dieci anni. Il reddito può essere ottenuto con i criptoassets attraverso varie possibilità. Da un lato, gli utenti possono partecipare attivamente ai processi di ricerca dei blocchi. Attraverso i vari protocolli di consenso, il picchettamento può essere utilizzato in aggiunta all’estrazione mineraria per generare reddito passivo. Inoltre, anche i nodi di rete decentralizzati basati su una struttura di remunerazione possono generare ricavi. Le valute Crypto come Dash, PIVX o Zcoin hanno implementato i nodi master nel sistema esistente a questo scopo. Poiché queste fonti di reddito sono allo stesso tempo una base essenziale per il funzionamento dei sistemi a catena di blocchi descritti, un aumento di dieci volte nel periodo di detenzione in Germania non solo avrebbe un effetto sul comportamento di investimento degli investitori, ma avrebbe anche un effetto frenante sulla diffusione di queste tecnologie innovative e quindi sulla Germania in quanto sito tecnologico.

Lo sfondo del dibattito è la formulazione dell’articolo 23(1) frase 1 n. 2 frase 2 frase 4 EStG:

“Nel caso di beni [privati] ai sensi della prima frase, il cui utilizzo come fonte di reddito genera reddito in almeno un anno civile, il periodo [speculativo] è portato a dieci anni.

Poiché un’interpretazione grammaticale lascia poco spazio all’interpretazione, è opinione diffusa che questa disposizione dovrebbe essere applicata anche alle valute criptate.

L’estensione del periodo di speculazione – una regola antiabuso

La proroga del termine è riconducibile alla legge di riforma dell’imposta sulle società del 2008 ed è stata introdotta sulla base di modelli di risparmio fiscale – i cosiddetti modelli di leasing di container. Le società veicolo hanno venduto container a investitori privati e hanno offerto loro contratti di locazione e spesso un valore di riscatto fisso alla fine della durata del contratto di locazione. Gli investitori hanno generato redditi da locazione con i container, che a fini fiscali rappresentano redditi da altri servizi ai sensi del § 22 n. 3 EStG, in quanto i container sono considerati anche beni privati. Gli investitori sono stati in grado di ridurre il reddito da locazione con una cosiddetta deduzione per l’usura dei container (deprezzamento). Tale valore è destinato a riflettere l’ammortamento del bene ed è misurato in base alla sua vita utile. La vita utile è generalmente determinata in base alle singole circostanze del bene. Al fine di facilitare la procedura nella pratica, nelle cosiddette tabelle di ammortamento del ministero federale delle Finanze sono disponibili dati forfettari supplementari per i tipi di beni. I contenitori per il trasporto hanno quindi una vita utile generale di dieci anni. I proventi di altre prestazioni di servizi ai sensi dell’articolo 22, paragrafo 3, della legge sull’imposta sul reddito possono quindi essere ridotti ogni anno di un ammortamento forfettario del 10 % del costo di acquisto del container, che regolarmente non corrispondeva all’effettiva usura dei container ed era dimostrato dal fatto che il valore di riscatto concordato era notevolmente superiore al valore contabile fiscale.