dot

31

Ott

2012

Ecomondo 2012- La sostenibilità veicolo per un cambiamento culturale

RIMINI FIERA. ECOMONDO, la più importante fiera italiana del settore (75.980 visitatori professionali nel 2011), dal 7 al 10 Novembre sarà il teatro nel quale saranno definite le vie dello sviluppo ecocompatibile, alla presenza del Ministro Corradi Clini e di tutti i protagonisti del settore. Ad aggiungere ancora più valore a questa imperdibile manifestazione ecofriendly, nei primi due giorni si svolgeranno, infatti, gli Stati Generali della Green Economy, promossi dal Ministero dell´Ambiente e coordinati dalla Fondazione Sviluppo Sostenibile.
Protagonisti che continueranno ad incontrarsi durante tutti i quattro giorni di manifestazione, grazie al ricco panorama di appuntamenti del calendario dei seminari scientifico/tecnologici previsti per quest’anno a Rimini. La Provincia di Modena partecipa, per il terzo anno di seguito, all’iniziativa che tenta di dare luce alle buone pratiche messe in campo dalle amministrazioni che hanno sottoscritto il Patto dei Sindaci per la riduzione delle emissioni e l’incentivo all’utilizzo delle energie rinnovabili, come indicato dalle direttive europee. Il Club Patto dei Sindaci coordinato dall’Assessore Provinciale Stefano Vaccari, forte dei 27 comuni aderenti porta la propria positiva esperienza amministrativa tra gli stand di Rimini Fiera. La programmazione dei convegni segue uno schema ormai collaudato, con sezioni tematiche che contribuiscono all´aggiornamento della ricerca industriale e all´innovazione grazie alla presentazione di casi studio e di modelli di gestione ambientale, esaltando la nuova cultura ambientale che si sta affermando.

Sono previsti oltre 150 eventi il cui filo rosso è rappresentato da prodotti, processi e servizi utili ad uscire dalla attuale crisi economica, ma anche dalla volontà di indirizzare i consumatori a porre la sostenibilità ambientale e i prodotti della Green Economy al centro delle proprie scelte. Il tema portante per la nostra Provincia è la ricostruzione sostenibile, resasi estremamente importante a seguito del sisma dello scorso marzo. A partire dalle ore 10:30 si svolgerà una tavola rotonda intitolata: “RICOSTRUIRE: quando Efficienza è sinonimo di Efficacia. La sostenibilità veicolo per un cambiamento culturale”. Le imprese del territorio colpito dal sisma si confrontano su una di ricostruzione sempre più sostenibile. Interverranno alla discussione: Stefano Vaccari -Assessore all’Ambiente e alla Protezione Civile della Provincia di Modena, Palma Costi -Consigliere Regionale e Vicepresidente della Commissione II: Politiche economiche, Dott. Artioli Piero -Azienda “Fiori spa” di Finale Emilia, Francesco Vignali -Rete d’imprese “Rinnova” di S. Felice, Dott. Reggiani Daniele -Azienda “MF Medicare” di Mirandola, Stefano Provasi -     Azienda “Tecnoline” di Concordia, Antonio Previdi -“Osteria Entra” di Finale Emilia, Luca Gozzoli -Gran maestro della Consorteria dell’aceto balsamico, Antonio Cherchi -Tenutario della Regione ER per Slow Food.

Dalle ore 13, sempre all’interno degli stand della nostra Provincia, verrà servito, a cura dell’azienda agricola Mongiorgi, un aperitivo buffet a base di prodotti tipici delle zone colpite dal sisma. La degustazione prevederà la partecipazione fattiva di due eccellenti cuochi: Giovanna Guidetti, chef del ristorante “Osteria la Fefa” (1 stella Michelin) di Finale Emilia e Antonio Previdi “Osteria Entra” perla del prodotto tipico e biologico, sempre di Finale Emilia.

Il programma scientifico di ECOMONDO 2012, aggiornato di settimana in settimana,

è consultabile al link http://www.ecomondo.com/appuntamenti_eventi/programma_ufficiale.asp

icon invito_ecomondo2012

icon Ecomondo1_7-10 novembre 2012

icon Ecomondo2_7-10 novembre 2012

Aziende partner

 

09

Ago

2012

VACCARI OSPITE A FESTAMBIENTE PER LA TAVOLA ROTONDA INAUGURALE.

Festambiente è il festival nazionale a impatto zero di Legambiente, uno dei maggiori appuntamenti europei dedicati all’ecologia e alla solidarietà. Nato nel 1989, è organizzato a Rispescia, nel Centro nazionale per lo sviluppo sostenibile di Legambiente “Il Girasole”, alle porte del Parco regionale della Maremma e a pochi chilometri da Grosseto. L'evento ospita ogni anno oltre 80.000 visitatori e combina svago e tematiche ambientali grazie a concerti, conferenze, teatro, cinema all'aperto, Città dei bambini e sana alimentazione con i numerosi punti ristoro a base di prodotti tipici, naturali e a filiera corta. Promuove la qualità della vita in tutti i suoi aspetti: dalla salvaguardia del patrimonio ambientale alle innovazioni tecnologiche, dalla promozione delle fonti rinnovabili alla tutela delle tradizioni e culture locali, solidarietà, svago e divertimento per grandi e piccoli. Aderisce alla campagna Azzero Co2 annullando le proprie emissioni. Nell'anno 2011 le emissioni sono state pari a 50 tonnellate di CO2, poco di più di quelle dello scorso anno visto che la festa è durata un giorno in più. Oltretutto le emissioni su base giornaliera sono risultate inferiori rispetto all'anno prima: 4,5 t al giorno per il 2011, contro le 4,7 del 2010.

Quest'anno Stefano Vaccari assessore all'ambiente per la Provincia di Modena parteciperà assieme a Vittorio Cogliati Dezza Presidente Nazionale Legambiente, Corrado Clini Ministro dell’Ambiente e dalla Tutela del Territorio e del Mare, Ermete Realacci Commissione Ambiente della Camera dei Deputati e ad altri esponenti di rilievo nello scenario delle politiche GREEN alla tavola rotonda che tratterà in maniera congiunta della crisi economica del nostro paese e delle misure necessarie al miglioramento ambientale. Vaccari sente fortemente che: "per un deciso cambiamento culturale che possa andare a beneficio della nostra qualità di vita e' necessario coinvolgerci in prima persona. Nel mio caso il coinvolgimento raddoppia dal momento che credo fortemente nel mio lavoro e nella necessità che la politica cerchi soluzioni utili all'intera collettività, soprattutto in un momento critico come quello che stiamo vivendo all'indomani del sisma".

Per saperne di più…

http://www.festambiente.it/

 

30

Mag

2012

Dal 20 Maggio scorso si sono susseguite nella nostra Provincia più di 800 scosse.

Oggi la notizia di un nuovo significativo sisma ha azzerato i buoni intenti di chi ha creduto fosse opportuno riprendere a far girare i meccanismi della produzione.

Il Club Patto dei Sindaci ha rimandato l’educational-tour in Olanda in solidarietà agli amministratori colpiti più pesantemente dal sisma.  La rete del Club, creata allo scopo di promuovere buone pratiche in termini ambientali, verrà utilizzata al fine di coordinare azioni che possano essere d’aiuto alle popolazioni colpite dall’ennesima scossa di terremoto.

La Provincia che in questi giorni ha messo in campo tutte le proprie risorse umane e logistiche assieme alla protezione civile e ai numerosi volontari presenti sul territorio. Stefano Vaccari, coordinatore per la Provincia di Modena del Club Patto dei Sindaci ringrazia diffusamente tutti coloro che stanno prestando il loro aiuto per sostenere l’enorme mole di lavoro necessario per mettere in sicurezza le aree e le persone: “Ci muoviamo tra mille difficoltà, ma le potenzialità sono tante. Se si è riusciti in tempo quasi reale a fronteggiare la prima emergenza, riusciremo anche in questo caso a dare un appoggio sostanziale ai comuni coinvolti. Ora più che mai c’è bisogno di fare funzionare in maniera efficiente quella rete che, da tempo, stiamo costruendo insieme e che tiene unito il nostro territorio anche nelle situazioni più critiche”.

 

16

Mag

2012

Quinto educational tour del Club Patto dei Sindaci

Dal 22 al 25 maggio il Club Patto dei Sindaci sarà impegnato in Olanda nell’approfondimento di temi legati alle energie rinnovabili e all’organizzazione del verde urbano.

Le tappe fondamentali dell’educational-tour, al quale parteciperanno 20 amministratori della Provincia di Modena, saranno Utrecht,  Lelystad e Culemborg: esempi virtuosi di gestione del verde pubblico da parte di cittadini volontari, quartieri ecologici e aree naturalistiche.

La nostra provincia conferma attraverso questi momenti di approfondimento dedicati, ai tecnici e agli amministratori, l’impegno e l’intenzione di ridurre le emissioni e gli sprechi energetici come sottoscritto nel protocollo europeo Energy for Mayors.

Tutto ciò è possibile anche grazie al sostegno di aziende lungimiranti e innovative nel settore green economy, come:

  • Il Gruppo HERA azienda multi utility leader nei servizi ambientali, idrici ed energetici;
  • Il Gruppo AIMAG che costituisce un insieme integrato di aziende che perfeziona e completa nel proprio ambito di attività le filiere dei prodotti e dei servizi. Il gruppo gestisce servizi nel settore energetico, idrico, ambientale e tecnologico a imprese ed enti locali.
  • Chimar S.p.a. produce imballaggi trasformando legno, compensato, cartone, plastica, accoppiato barriera, per produrre sacchi in grado di proteggere i prodotti per trasporti di lunga durata.
  • Rinnova s.r.l rete di nove imprese dell'Area Nord costituita nelle scorse settimane e attiva nel settore della riqualificazione energetica.
  • Exco s.r.l azienda del settore energetico, anch’essa di S. Felice e costituita da poco.

Per saperne di più scarica il programma

icon Brochure programma Olanda

 

26

Apr

2012

Presentate le azioni a supporto della predisposizione dei Piani di Azione del Patto dei Sindaci

Lo scorso 19 aprile, l’Assessore alle attività produttive, piano energetico e sviluppo sostenibile, economia verde, edilizia, Gian Carlo Muzzarelli, ha presentato “le azioni a supporto della predisposizione dei Piani di Azione del Patto dei Sindaci”.

Più specificatamente la Regione Emilia-Romagna ha adottato il Secondo Piano Triennale di attuazione del Piano Energetico 2011-2013 con propria deliberazione di Giunta regionale n. 486/2011; i Piani attuativi sono previsti dal Piano Energetico Regionale (P.E.R.), approvato con deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 141/2007, in attuazione della Legge regionale 26/2004.

La Regione, con il Secondo Piano triennale di attuazione del PER, intende così dotarsi di uno strumento operativo per indirizzare le azioni che riguardano energia, economia e ambiente e per costruire consapevolmente un futuro sostenibile di benessere e qualità della vita, in linea con le azioni già intraprese nel primo triennale.

Occorre in sostanza, concorrere con convinzione agli indirizzi comunitari definiti nel pacchetto clima-energia dell’Unione europea, che prevede per il 2020 una riduzione del 20% dei consumi energetici, un incremento del 20% dell’apporto delle rinnovabili sui consumi, una riduzione del 20% delle emissioni di gas serra.

icon slide di presentazione

 

 

 

 

 

 

 

 



© Copyright 2010 Agenzia per l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena
via Razzaboni 80 - 41122 Modena (MO) - Tel: +39 059 451207 - Fax: +39 059 3161939

logo

Questo sito web usa i cookie.
I cookie aiutano AESS-MODENA a fornire i propri servizi.
Navigando sul sito accetti il loro utilizzo.
Per conoscere la nostra cookies policy clicca qui

Accetto i cookies da questo sito